RENAULT 4CV


Marchio : RENAULT
Modello : 4CV
Anno : 1957
Documenti : Csai

La 4CV era un’autovettura di fascia bassa presentata nel 1946 e prodotta tra il 1947 ed il 1961 dalla Casa automobilistica francese Renault. Nel 1954, la versione Service uscì di listino. Tale aggiornamento alla gamma coincise con altri aggiornamenti, in questo caso di tipo estetico e più che altro concentrati nel frontale, dove la calandra a sei listelli orizzontali lasciò il posto ad una nuova calandra a soli tre listelli cromati, ma più spessi. Unica eccezione fu la versione Affaires, che con l’uscita di listino della Service tornò a costituire la base di gamma e che fu dotata di una calandra ad un solo listello. Il giorno 8 aprile del 1954 dalla linee di montaggio di Billancourt uscì l’esemplare nº 500.000 della 4CV.Nel 1955, la 4CV fu affidata alle esperte mani dei tecnici della Alpine, con la quale la Renault intraprese un lungo periodo di partnership. Da tale collaborazione nacque la Alpine Renault A106, primo modello di una serie di sportive a motore Renault. Per quanto riguarda la gamma, uno dei principali aggiornamenti riguardò l’arrivo della frizione automatica, disponibile come optional su alcune versioni. Intanto il successo della 4CV parve non conoscere ostacoli: nonostante gli sforzi per aumentare i ritmi di produzione (la produzione fu estesa anche al nuovo stabilimento di Flins), i tempi di attesa rimasero lunghi, in media fra i tre ed i cinque mesi.Nel marzo del 1956 debuttò la Dauphine, destinata dapprima ad affiancare ed in seguito a sostituire la 4CV. In ogni caso, durante la seconda metà degli anni ’50 del XX secolo, la 4CV e la Dauphine convissero stabilmente a listino. Il 2 agosto dello stesso anno uscì dalle linee di montaggio l’ultima 4CV Décapotable e, sempre nel corso del 1956, anche la Commerciale lasciò definitivamente il listino. Altri aggiornamenti effettuati nel corso del 1956 furono ad esempio quelli che interessarono il cruscotto, ora ridisegnato e tornato nella sua originaria sede dietro il volante.Cominciò a questo punto la rapida fase calante della carriera commerciale della 4CV: nel corso del 1957 venne tolta di produzione la versione Grand Luxe Décapotable. Alla fine dello stesso anno, in concomitanza con l’entrata in produzione dell’anno-modello 1958, si ebbe un consistente aggiornamento tecnico nel motore, il cui rapporto di compressione venne innalzato, consentendo così un incremento di potenza fino a 26 CV. L’arrivo del nuovo anno vide la gamma della 4CV ridursi a tre sole versioni: la Affaires e la Sport, quest’ultima ancora disponibile con o senza tetto apribile. La Affaire, in particolare, conobbe una semplificazione della propria dotazione, con paraurti, cornice fari e maniglie porta non più cromati ma in tinta con la carrozzeria.

Su tutte le versioni, poi, i cerchi divennero a disco pieno. In seguito non vi furono più aggiornamenti di sorta: l’ultima 4CV lascerà le linee di montaggio di Billancourt e Flins il 6 luglio del 1961.Negli anni a venire, la 4CV venne prodotta su licenza in alcuni Paesi in via di sviluppo, tra cui il Messico e la Romania (a partire dal 1966), e si arrivò addirittura al 1983, anno in cui la 4CV fu prodotta su licenza in Vietnam, fino al 1989. Fra il 1953 ed il 1963, la 4CV fu prodotta anche in Giappone, dalla Hino Diesel, un’azienda nata nel 1942 e che, come il nome suggerisce, era specializzata fino a quel momento nella produzione di camion pesanti mossi da motori a gasolio. Il contratto siglato fra la Hino e la Renault prevedeva che durante i primi sette anni il costruttore giapponese avrebbe usufruito dei pezzi inviatigli in Giappone dalla Casa madre, e che scaduto questo termine, avrebbe prodotto la 4CV direttamente in loco su licenza. In realtà, la Hino riuscì ad ottenere la licenza di produzione già nel 1957, dopo appena quattro anni. La 4CV prodotta in Giappone differiva da quella europea per il diverso disegno della calandra, ma soprattutto per i paraurti più sporgenti, una soluzione resa necessaria per soddisfare alcune normative giapponesi in tema di sicurezza. In totale furono circa 50 000 le 4CV prodotte dalla Hino. Nel 1963 questo capitolo nella storia del costruttore giapponese si concluse e venne ripresa la normale produzione di automezzi pesanti.

Auto completamente restaurata di motore e carrozzeria. Delicata nel colore azzurro pastello con interno in tessuto grigio. Targhe e libretto originali.

Modulo richiesta informazioni.
Compila il modulo di richiesta informazioni verificando correttezza della Vs. mail e Telefono. Un nostro reponsabile vi vontatterà quanto prima.

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell.art 13 del d.lgs. 196/2013 Privacy Policy